Coronavirus

Emergenza Covid-19

Le autorità, per contenere e contrastare la diffusione del Coronavirus negli ambienti di lavoro, hanno imposto la sanificazione periodica dei locali.
Il trattamento serve ad eliminare germi, batteri, funghi e virus dagli ambienti come aree di lavoro (ambienti di produzione e stoccaggio merci, uffici), aree comuni e di svago (aree ristoro, mense, spogliatoi, sale meeting), mezzi di trasporto (treni, tram, veicoli, traghetti, aerei, autobus), istituti ed enti locali (scuole, asili, università, poste, banche, auditorium, comuni) nonchè bar, ristoranti, cinema, ospedali, cliniche veterinarie, chiese, condomini, supermercati e centri commerciali.

Vi ricordiamo che la sanificazione degli ambienti di lavoro, misura protettiva contro il contagio da Covid19, è obbligatoria al fine della riapertura dell’attività.

Ultimi dati OMS. Fonte: Health Emergency Dashboard, 11 giugno ore 08.36 am

1000 +
casi confermati nel mondo
60 +
decessi nel mondo
0 +
casi confermati in Italia
+
decessi in Italia

Bonus disinfezione da covid19 per aziende
Crediti di imposta per sanificazione ambienti, dal decreto “cura Italia” del governo
Le aziende hanno diritto a richiedere un sostegno economico, come stabilito dal nuovo decreto “cura Italia”. Quest’ultimo prevede un credito d’imposta pari al 50% delle spese di sanificazione, fino ad un massimo di 20.000,00 euro.
Non sono ancora state definite le disposizioni applicative della suddetta misura. Ma si sa con certezza che tale credito è riconosciuto fino all’esaurimento dell’importo massimo di 50 milioni di euro, per l’anno 2020.

Il Decreto Imprese in Pillole

Torna su